Regole Internet saranno fatte a livello internazionale: la riforma dell’ICANN

Maggiore indipendenza da revisioni periodiche effettuate da un solo governo e dovere di rendicontazione esterna nei confronti di panel di controllo indipendenti designati congiuntamente dal GAC (Governmental Advisory Committee) e dall’ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers).

Sono questi i cambiamenti decisi dall’ICANN e salutati con favore dalla , che aveva avanzato una proposta di gestione Internet che andasse nella direzione della costituzione di un organismo di controllo sovranazionale e mondiale.

L’accordo rende soggetta l’ICANN a verifiche periodiche da parte di una commissione composta da rappresentanti americani ed esperti indipendenti. Il GAC, si legge nel documento pubblicato dalla Commissione UE, è aperto ai governi e alle autorità pubbliche di tutto il mondo e offre consulenza al comitato direttivo dell’ICANN sugli aspetti politici delle sue attività. I panel valuteranno periodicamente i risultati conseguiti dall’ICANN rispetto agli impegni pubblici assunti.

«Ora la torta diventa più grossa» per un maggior coinvolgimento di altri governi, ha commentato Larry Strickling, capo dell’Amministrazione nazionale per le telecomunicazioni e l’ del Dipartimento al Commercio, che ha firmato l’accordo. Il nuovo corso dell’ICANN pone fine a una partnership col Dipartimento al Commercio statunitense che durava da 11 anni. Anche se le relazioni saranno meno strette, il governo USA parteciperà comunque alle verifiche sull’ICANN.

Autore: Marcello Tansini

WebMasterPoint.org - Creative Commons Attribution-Noncommercial-Share Alike 2.0 Generic

Articoli Correlati